venerdì 31 maggio 2013

Pazza per le saghe #2

ATTENZIONE AGLI SPOILER!
Le quarte di copertina delle saghe sono piene zeppe di spoiler su quanto successo precedentemente, quindi occhio a leggere le trame dei volumi successivi al primo.

"Pazza per le saghe" è una rubrica di mia ideazione nella quale, con cadenza settimanale, presenterò delle saghe di diversi generi (mi sforzerò di non parlare solo di fantasy) con l'obiettivo di scoprire qualche nuovo spunto di lettura, visto che non ne sto già portando avanti abbastanza contemporaneamente, o di abbandonarmi ai ricordi parlando delle mie saghe preferite.

Questa settimana vorrei parlare di una saga che non ho ancora cominciato, ma il cui primo volume attende di essere letto da ormai più di un anno (forse anche due). L'autore della saga in questione è italiano e ho potuto apprezzare già la sua scrittura cruda ma affascinante con il meraviglioso Ciclo dei Pirati. La saga di cui sto parlando è il Ciclo di Eymerich di Valerio Evangelisti.

sabato 25 maggio 2013

Libri delle mie brame

Alla fine ho ceduto anch'io alla tentazione delle rubriche. Mi ero ripromessa di non farlo per non rendere il mio blog uguale a tutti gli altri che ci sono in giro ma chissenefrega: è da un sacco che penso a un modo per pubblicare la mia wishlist o almeno parte di essa, solo che è talmente immensa che è praticamente impossibile. Quello che posso fare, però, è procedere a piccoli passi e cosa c'è di meglio di una rubrichetta settimanale?



Ogni sabato (sperando di ricordarmi) posterò una lista di libri che in settimana ho aggiunto alla wishlist o, nel remoto caso in cui non ne aggiungessi nessuno, che sono già presenti nella mia lista dei desideri. Cominciamo.

 
Inferno. Canti delle terre divise
di Francesco Gungi
Saga I Canti delle terre divise, Libro 1
432 pagine, Fabbri 2013

Trama
Se sei nato a Europa, la grande città nazione del prossimo futuro, hai due sole possibilità: arrangiarti con lavori rischiosi o umili, oppure riuscire a trovare un impiego a Paradiso, la zona dove i ricchi vivono nel lusso più sfrenato e possono godere di una natura incontaminata. Ma se rubi o uccidi o solo metti in discussione l’autorità, quello che ti aspetta è la prigione definitiva, che sorge su un’isola vulcanica lontana dal mondo civile: Inferno. Costruita in modo da ricalcare l’inferno che Dante ha immaginato nella Divina Commedia, qui ogni reato ha il suo contrappasso. Piogge di fuoco, fiumi di lava, gelo, animali mostruosi rendono la vita impossibile ai prigionieri, che spesso muoiono prima di terminare la pena. Nessuno sceglierebbe di andare volontariamente a Inferno, tranne Alec, un giovane cresciuto nella parte sbagliata del mondo, quando scopre che la ragazza che ama, Maj, vi è stata mandata con una falsa accusa. Alec dovrà compiere l’impresa mai riuscita a nessuno, quella di scappare con lei da Inferno, combattendo per sopravvivere, prima che chi ha complottato per uccidere entrambi riesca a trovarli...

E' nella mia wishlist perché..
Dalla copertina temo che sia un po' andarsela a cercare, però mi ispira. Ne ho sentito parlare a Radio 105 nella rubrica dedicata ai libri di "Tutto esaurito" e mi ha colpito, spero di non dovermene pentire...



 
Vango. Un principe senza regno
di Timothée de Fombelle
Saga Vango, Libro 2
462 pagine, Edizioni San Paolo 2012

Trama
Inseguito dai fantasmi del suo passato, Vango riparte all'avventura. Alla fine degli anni Trenta, sospeso sulla cima dei grattacieli di New York, affronta i suoi nemici con il monaco Zefiro e ritrova la pista di colui che ha distrutto la sua famiglia. Una caccia mozzafiato tra gli Stati Uniti e l'Europa mentre il mondo si infiamma per una nuova guerra.

E' nella mia wishlist perché..
Aspettavo con ansia l'uscita del secondo volume di questo fantastico romanzo e ho scoperto solo questa settimana (grazie a Lexy) che è stato pubblicato addirittura a ottobre! Naturalmente l'ho immediatamente prenotato in biblioteca, quindi oltre ad essere nella mia wishlist sarà anche una delle mie prossime letture (tra parentesi, devo dare un'occhiata migliore ai libri pubblicati dalla San Paolo perché dopo Timothée de Fombelle potrei fare altre scoperte interessanti).



 
Il giardino dei raggi di luna
di Sarah Addison Allen
256 pagine, Sonzogno 2012

Trama
Arrivata nella casa del nonno, l'intraprendente Emily si accorge ben presto che gli abitanti di Mullaby si guardano bene dall'aiutarla. Anzi, i vecchi conoscenti della madre sembrano volerla evitare, come se il suo nome fosse avvolto da un maleficio. E mentre Mullaby finge una vita tranquilla, Emily realizza che i misteri e le stranezze sono all'ordine del giorno - stanze dove la carta da parati cambia a seconda dell'umore di chi la guarda, un uomo gigante "così alto da riuscire a vedere ciò che accadrà domani", strani fasci di luce che spazzano i cortili a mezzanotte. E una bizzarra vicina, Julia, con le braccia piene di cicatrici, che sforna in continuazione biscotti davanti alla finestra spalancata. Come mai nessuno vuole rammentare gli anni della giovinezza della madre di Emily? E cos'è quella storia d'amore, di cui si parla a mezza voce, che ha spezzato il cuore e la vita di un giovane del paese? La verità non è quella che Emily si aspettava. Perché in quel paese di curiose stramberie, dove il tempo scorre più lentamente che in ogni altro luogo, la fortuna sorride a chi sa assaporare il lato magico della vita.

E' nella mia wishlist perché..
Inizio a sentir parlare (o meglio, a leggere) troppo bene di questa autrice e la curiosità per i suoi romanzi sta raggiungento il livello d'allarme. Vogliamo poi parlare della copertina di questo in particolare, scoperto sul blog Sogni di una notte di luna piena?



 
Georgiana Darcy's Diary
di Anna Elliott
Pride and Prejudice Chronicles, Libro 1
236 pagine, Wilton Press 2011

Trama
Corre l'anno 1814 e a Pemberley è primavera. Elizabeth e Mr Darcy sono sposati. Ma ora una nuova storia d'amore è nell'aria, insieme all'alta moda, le maniere eleganti, gli scandali, gli inganni e la magnifica speranza di un amore vero e duraturo.
La timida Georgiana Darcy è felice di non essersi sposata e di essere rimasta a vivere con suo fratello e la sua sposa. Ma la favola di Elizabeth e Darcy ricorda quotidianamente a Georgiana di non aver trovato il suo vero amore. E che forse non accadrà mai, dal momento che è convinta che l'unico uomo di cui le importi davvero non ricambierà mai il suo amore. La tirannica zia di Georgiana, Lady Catherine de Bourgh, ha deciso che la ragazza debba sposarsi, e ha stilato una lista di scapoli raccomandabili. Ma quali corteggiatori sono sinceri e quali sono interessati semplicemente alla fortuna di Georgiana?
Georgiana dovrà imparare a seguire il suo cuore e a fare affidamento sul suo coraggio, perché dovrà affrontare il ritorno dell'uomo che potrebbe distruggere la sua reputazione e rovinare il lieto fine, proprio quando finalmente è alla sua portata.
Georgiana Darcy's Diary è il primo libro delle Pride and Prejudice Chronicles ed è adatto a tutte le età.

E' nella mia wishlist perché..
Lo so, lo so, sono romanzetti del cavolo, però mi piacciono così tanto questi sequel e spin-off dei romanzi della Austen! E adoro il blog Old Friends and New Fancies che ogni volta me ne fa scoprire uno nuovo.



 
Le due vite di Floria
di Laura Martinez Belli
160 pagine, Salani 2013

Trama
Basta uno sguardo dall'alto sulla piccola città di Otrora per capire che laggiù, più che altrove, la natura stringe l'uomo nel suo abbraccio e detta i tempi di una tranquilla comunità. Soprattutto nel giardino di Manrique e Ifigenia, nato come un figlio dal loro amore. La coppia però di figli veri non riesce ad averne, le prova tutte e si affida in ultimo alla magia della guaritrice Teòfila. Così finalmente arriva la piccola Floria, un dono del destino. La bimba cresce, metà donna e metà pianta, divisa tra l'istinto di conoscere gli uomini e quello di affondare le radici nella terra.Sono le tappe cruciali della vita, l'adolescenza e l'arrivo della maternità, ad accendere il conflitto tra le sue due anime.

E' nella mia wishlist perché..
Dalla trama sembra STU-PEN-DO. Se l'autrice ha talento, sono sicura che si rivelerà meraviglioso e profondo. Grazie a My Caffè Letterario per avermi fatto scopire questa novità del 2013.



 
Friday's Child
di Georgette Heyer
432 pagine, Sourcebooks 2008

Trama
When the incomparable Miss Milbourne spurns Lord Sherington's marriage proposal (she laughs at him!) he vows to marry the next female he encounters, who happens to be the young, penniless Miss Hero Wantage, who has adored him all her life.

E' nella mia wishlist perché..
Libro scoperto grazie al blog Becky's Books Reviews (uno tra i miei blog stranieri preferiti). Mi sono resa conto che tra le mie letture mancano quasi del tutto i romanzi rosa: non essendo io una lettrice snob, ma volendo anzi sperimentare il maggior numero di generi possibili, ho pensato che potrei cominiciare da un'autrice "cult" del genere "historical romance" (e se la conosco io, vuol dire che è proprio cult cult).

giovedì 23 maggio 2013

Pazza per le saghe, #1

ATTENZIONE AGLI SPOILER!
Le quarte di copertina delle saghe sono piene zeppe di spoiler su quanto successo precedentemente, quindi occhio a leggere le trame dei volumi successivi al primo.

"Pazza per le saghe" è una rubrica di mia ideazione nella quale, con cadenza settimanale, presenterò delle saghe di diversi generi (mi sforzerò di non parlare solo di fantasy) con l'obiettivo di scoprire qualche nuovo spunto di lettura, visto che non ne sto già portando avanti abbastanza contemporaneamente, o di abbandonarmi ai ricordi parlando delle mie saghe preferite.

Per inaugurare la rubrica voglio iniziare dalla Saga con la "S" maiuscola, quella che ha fatto sognare milioni di lettori in tutto il mondo e che come nessun'altra mi ha fatto rimpiangere di essere una semplicissima babbana.

 
Harry Potter e la Pietra Filosofale
di J.K. Rowling
Saga Harry Potter, Libro 1
293 pagine, Salani 1998

Trama
Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, come quello di farsi ricrescere in una notte i capelli inesorabilemte tagliati dai perfidi zii. Ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Un mondo dove regna la magia; un universo popolato da gufi portalettere, scope volanti, caramelle al gusto di cavolini di Bruxelles e ritratti che scappano...


 
Harry Potter e la Camera dei Segreti
di J.K. Rowling
Saga Harry Potter, Libro 2
307 pagine, Salani 1999

Trama
Harry Potter è ormai celebre: durante il primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts ha sconfitto il terribile Voldemort, vendicando la morte dei suoi genitori e coprendosi di gloria. Ma una spaventosa minaccia incombe sulla scuola: un incantesimo colpisce i compagni di Harry uno dopo l'altro, e sembra legato a un antico mistero racchiuso nella tenebrosa Camera dei Segreti.


 
Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban
di J.K. Rowling
Saga Harry Potter, Libro 3
366 pagine, Salani 2000

Trama
"Non vado in cerca di guai. Di solito sono i guai che trovano me". Così dice Harry Potter, giovane studente della prestigiosa Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, ai suoi amici. E infatti Harry non è al sicuro: un famigerato assassino è evaso dalla terribile prigione di Azkaban e gli sta dando la caccia, deciso a ucciderlo. Forse questa volta nemmeno la scuola magica, nemmeno gli amici più cari, possono aiutarlo, non quando tra loro si nasconde un traditore...


 
Harry Potter e il Calice di Fuoco
di J.K. Rowling
Saga Harry Potter, Libro 4
623 pagine, Salani 2001

Trama
È un momento cruciale nella vita di Harry Potter: ormai è un mago adolescente, vuole andarsene dalla casa dei pestiferi Dursley, vuole sognare la cercatrice del Corvonero per cui ha una cotta tremenda... E poi vuole scoprire quali sono i grandiosi avvenimenti che si terranno a Hogwarts e che riguarderanno altre due scuole di magia e una grande competizione che non si svolge da cento anni. Harry Potter vuole davvero essere un normale mago di quattordici anni. Ma sfortunatamente, Harry non è normale – nemmeno come mago. E stavolta, la differenza può essergli fatale.


 
Harry Potter e l'Ordine della Fenice
di J.K. Rowling
Saga Harry Potter, Libro 5
804 pagine, Salani 2003

Trama
Cosa succederà ora che l'Oscuro Signore è di nuovo in possesso dei suoi terrificanti poteri? Quanta morte e distruzione seminerà nel tentativo di riprendere il dominio del mondo? Sono le stesse domande che si pone Harry Potter, disperatamente segregato – come tutte le estati – nella casa dei suoi zii Babbani, lontano dal mondo magico che gli appartiene. Ma qualcosa è cambiato anche in lui e lo ritroviamo, ormai quindicenne, divorato dalla frustrazione, dalla rabbia e dalle ansie tipiche della sua età.


 
Harry Potter e il Principe Mezzosangue
di J.K. Rowling
Saga Harry Potter, Libro 6
588 pagine, Salani 2005

Trama
Harry Potter è sconvolto, solo e preoccupato. Il suo amato padrino Sirius Black è morto, e le parole di Albus Silente sulla profezia gli confermano che lo scontro con Lord Voldemort è ormai inevitabile. Niente è più come prima: anche l’ultimo legame con la sua famiglia è troncato, perfino Hogwarts non è più la dimora sicura e accogliente dei primi anni, mentre Voldemort è più forte, crudele e disumano che mai. Harry stesso sa di essere cambiato. La frustrazione e il senso di impotenza dei quindici anni hanno ceduto il posto a una fermezza e una determinazione diverse, più adulte.


 
Harry Potter e i Doni della Morte
di J.K. Rowling
Saga Harry Potter, Libro 7
697 pagine, Salani 2008

Trama
"Mi apro alla chiusura": è uno dei tanti enigmi lasciati da Silente con cui Harry Potter deve confrontarsi in questa ultima avventura. E anche la saga stessa, giunta alla sua conclusione, si apre a sorpresa su nuovi mondi, nel passato e nel futuro: getta la luce della meraviglia su dettagli, personaggi ed eventi che sembravano già noti, rivelandone segreti e significati profondi. Insieme a Harry, nella sua disperata ricerca della verità, ripercorriamo le avventure apparentemente già vissute, riviviamo piccoli fatti e grandi eventi, seguendo il filo della consapevolezza che si dipana e si acuisce in un crescendo di colpi di scena, perdite e conquiste. La conclusione, potente e delicata, piena di luce e vapore, fa venire voglia di rileggere tutto daccapo, per arrivare a chiudere il cerchio. Mai i perché sono stati così tanti; mai come in questo libro si ha la piena soddisfazione di una risposta, una risposta che va oltre l'apparenza.


Ho scelto questa saga perché...

Devo contenermi perché potrei fare un tema. Ho scelto questa saga perché non esiste, secondo me, un altro libro o serie di libri in grado di replicare la magia di Harry Potter: la Rowling ha riversato nei suoi romanzi tutto ciò che la mia scatenata fantasia non aveva nemmeno la capacità di immaginare, ha creato un intero mondo in maniera estremamente accurata, senza tralasciare alcun dettaglio e per di più l'ha reso verosimile, perché la sua realtà si sviluppa in modo perfettamente parallelo alla nostra di tutti i giorni. In più ci ha fornito tutti gli strumenti necessari per crearci, chi più, chi meno, un nostro posto all'interno del mondo magico: credo che tutti noi lettori di Harry Potter abbiamo immaginato, seppure per pochi attimi, un ruolo per noi stessi all'interno dei libri, anche solo come strega del carrello sull'Espresso per Hogwarts. E se tutto ciò non bastasse ci ha buttato dentro una trama arzigogolata e appassionante, dei personaggi complessi che è impossibile non amare, anche quando sono cattivissimi e non vediamo l'ora che vengano sconfitti, una scrittura scorrevole, coinvolgente, a tratti esilarante e infine la capacità di uccidere i suoi migliori personaggi in una serie struggente di morti che credo abbiano spezzato il cuore anche al lettore più insensibile.

Ok, adesso mi è venuta un'immensa nostalgia e una gran voglia di rileggerli da capo. Mi odio.

venerdì 17 maggio 2013

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico

Historia de Mix, de Max y de Mex
di Luis Sepùlveda
Ebook, 63 pagine, Guanda 2012
Potrei dire che Mix è il gatto di Max, oppure che Max è l’umano di Mix, ma come ci insegna la vita non è giusto che una persona sia padrona di un’altra persona o di un animale, quindi diciamo che Max e Mix, o Mix e Max, si vogliono bene. incipit
Trama: A Monaco, Max è cresciuto insieme al suo gatto Mix, con cui ha un legame molto profondo. Raggiunta l'indipendenza dai genitori, Max va a vivere da solo portandosi dietro l'amato gatto. Il suo lavoro, purtroppo, lo porta spesso fuori casa e Mix, che sta invecchiando e perdendo la vista, è costretto a passare lunghe ore in solitudine. Ma un giorno senta provenire dei rumori dalla dispensa e intuisce che dev'esserci un topo... Un'altra grande storia di amicizia nella differenza, che divertirà e commuoverà più generazioni di lettori, perché questa è la magia di Luis Sepúlveda.

Le grandi storie della fantascienza, vol.01

Isaac Asimov presents the Great Science Fiction Stories 1
di Isaac Asimov
Ebook, 1120 pagine, Urania 1971
Molto di quanto è successo mi incuriosisce. Ma credo, adesso, di cominciare a capire. Voi pensate che io sia un mostro, ma vi sbagliate. Vi sbagliate completamente!
(incipit storia “Io, Robot”)
Trama: Questo primo volume della collana abbraccia un anno particolarmente difficile per il mondo intero, il 1939, e raccoglie 20 storie i cui autori hanno saputo trasformare la fantascienza da facile romanzetto d'azione in un genere di letteratura che merita rispetto e ha ottenuto un proprio spazio stabile nel tempo. Questi primi venti racconti condurranno il lettore attraverso lo specchio della fantasia dove mondi rovesciati paiono reali, altrettanto credibili e, talvolta, più desiderabili di quello che, nel nostro banale pragmatismo, riteniamo l'unico vero. Una dimostrazione inequivocabile che fantascienza non è tanto esplorazione di altri pianeti, viaggi interstellari, microminiaturizzazione, energia nucleare, robot più o meno umanizzati, quanto la facoltà di trasportare questi elementi, e ogni altro concepibile da una mente umana, in contesti che consentano a chi legge una partecipazione diretta ai fatti, siano essi angosciosi come incubi o puramente fantastici.

mercoledì 15 maggio 2013

Zia Antonia sapeva di menta

di Andrea Vitali
Ebook, 212 pagine, Garzanti 2011
Invisibile ma presente.
Inconfondibile. Solo lui era così.
E sembrava impossibile che fosse lì dentro.
Eppure…
Entrato nella stanza, Ernesto Cervicati si era improvvisamente fermato davanti a quel muro fantasma, ma dotato di una sua solidità. Aveva annusato. Una, due, tre volte, tirando su discretamente con il naso.
Non c’era da sbagliarsi, era odore di aglio.incipit
Trama: «Aglio, cipolle, rape, ravanelli e porri sono verdure indigeste che non diamo mai agli ospiti della casa!»
Suor Speranza ne è sicura: nel minestrone che ha distribuito ai pazienti della Casa di Riposo di Bellano l'aglio non l'ha fatto mettere di sicuro. Allora come mai Ernesto Cervicati, entrando nella stanza di zia Antonia, ha sentito quell'odore, invece dell'aroma inconfondibile e fresco della menta?
Ernesto conosce bene il rassicurante profumo delle mentine di cui è golosa la sua anziana parente. Certo meglio di suo fratello Antonio, che della zia non ha mai voluto saperne: gli interessava molto di più Augusta Peretti, una trentacinquenne ossigenata e vogliosa, nonché figlia di salumiere. Ernesto invece aveva accolto zia Antonia in casa sua e l'aveva accudita per tre anni, finché lei, un po' per non gravare troppo sul nipote, un po' per pudore, aveva deciso di trasferirsi all'ospizio.
Quel sorprendente odore d'aglio è un piccolo enigma. Forse è l'indizio di qualcosa di più grave. A indagare, oltre a Ernesto e all'energica suor Speranza, si ritrova anche il dottor Fastelli, medico dal carattere gioviale ma di grande sensibilità.
Intorno a questo profumato mistero, Andrea Vitali costruisce un romanzo carico di tenerezza, una di quelle storie che, come zia Antonia, ti accarezzano in un fresco abbraccio. Per poi regalarti, alla fine, una sorpresa.

lunedì 13 maggio 2013

Appuntamento con la paura

Double Sin and other stories
di Agatha Christie
Ebook, 358 pagine, Mondadori 2003
Ero andato a trovare il mio amico Poirot che aveva un mucchio di lavoro, purtroppo, in quei giorni. Era diventato talmente celebre che ogni ricca signora che avesse perduto un bracciale o il gattino prediletto si precipitava ad assicurarsi i servizi del grande Hercule Poirot. Il mio piccolo amico era uno strano miscuglio di parsimonia fiamminga e di fervore artistico, e accettava molti casi anche se per lui di poco interesse, cedendo a quel primo istinto decisamente predominante.incipit storia "Doppia colpa"
Trama: Un'eccentrica vecchia signora trafitta da una fraccia mentre passeggia nel suo giardino, una medium assassinata nel mezzo di una seduta spiritica, una bambola animata da una spirito demoniaco che compie strani scherzi, una tragica festa natalizia, una grande casa di campagna dove qualcuno nasconde un magnifico rubino macchiato del sangue di molte vittime e un'insospettabile coppia di truffatrici. Una raccolta insolita dove la regina del giallo lascia libero il suo lato oscuro confrontandosi con il soprannaturale.

venerdì 10 maggio 2013

Bianca come il latte, rossa come il sangue

di Alessandro d'Avenia
Ebook, 290 pagine, Mondadori 2010
Ogni cosa è un colore. Ogni emozione è un colore. Il silenzio è bianco. Il bianco infatti è un colore che non sopporto: non ha confini. Passare una notte in bianco, andare in bianco, alzare bandiera bianca, lasciare il foglio bianco, avere un capello bianco… Anzi, il bianco non è neanche un colore. Non è niente, come il silenzio. Un niente senza parole e senza musica. In silenzio: in bianco. Non so rimanere in silenzio o da solo, che è lo stesso. Mi viene un dolore poco sopra la pancia o dentro la pancia, non l’ho mai capito, da costringermi a inforcare il mio bat-cinquantino, ormai a pezzi e senza freni (quando mi deciderò a farlo riparare?), e girare a caso fissando negli occhi le ragazze che incontro per sapere che non sono solo. Se qualcuna mi guarda io esisto.incipit
Trama: Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori "una specie protetta che speri si estingua definitivamente". Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco. Il bianco è l'assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

sabato 4 maggio 2013

La Jolanda Furiosa

di Luciana Littizzetto
Ebook, 296 pagine, Mondadori 2008
Buon Natale, buon anno, buone feste. Comment ça va? Abbastanza bien? C’avete dato dentro col cibo e vi è venuta la pancia a forma di panettone? È perché mandate giù senza masticare, come i pitoni. Avrete ormai il colesterolo che è esondato dagli argini. Mi sa che siete di quelli che dopo il pranzo di Natale alla sera dicono: “Stasera solo un brodino… al limite un po’ di insalata che mi lava la bocca”. Poi aprono il frigo, vedono lo zampone che li saluta, un avanzo di tacchinella, un brandello di mostarda e van giù di mandibola come pescecani…incipit
Trama: Nessuno come Luciana Littizzetto riesce a farci ridere prendendo in giro i nostri costumi. E quello che c'è sotto. Insomma, per capirsi, quelle cose lì che ognuno chiama un po' come vuole, ma quando lei le chiama il walter e la jolanda la risata è irresistibile, imperiosa, incontinente. Nessuno come la mitica Litti riesce a rendere sublimi anche gli argomenti più triviali, e a trascinare a terra, a portata di mano e di sbeffeggio, quelli più alti. O forse semplicemente sopravvalutati.