Super 8

Titolo originale: Super 8
Regista: J.J. Abrams
Anno: 2011
Genere: Fantascienza
Cast: Joel Courtney (Joe Lamb), Elle Fanning (Alice Dainard), Kyle Chandler (Jackson Lamb), Riley Griffiths (Charles), Gabriel Basso (Martin), Ryan Lee (Cary), Zach Mills (Preston)

Visto il: 10 settembre 2011
Valutazione: ★★★★★

Trama: Nell’estate del 1979, un gruppi di amici in una piccola cittadina dell’Ohio è testimone di un incidente ferroviario mentre sta girando un film in super 8 nei pressi del luogo del disastro. Subito i ragazzi sospettano che l’incidente non sia stato tale e, subito dopo, strane sparizioni e misteriosi eventi iniziano ad avere luogo nella loro città. Lo sceriffo locale cercherà di vederci chiaro, scoprendo qualcosa di molto più spaventoso di quanto avessero osato immaginare.

Io non mi intendo di cinema: non sono in grado di scrivere una recensione parlando delle tecniche utilizzate, delle inquadrature, e della storia cinematografica; ci sono tante persone che lo sanno fare molto meglio di me (qui e qui solo due esempi) e lascio a loro la parola. Io sono una semplice spettatrice e l’unica cosa che sono in grado di fare è riportare le mie emozioni: e Super 8 mi ha emozionata in modo tanto potente da lasciarmi senza parole al termine della proiezione a fissare lo schermo, sperando che si riaccendesse e mi facesse rivedere, uno dietro l’altro, tutti i meravigliosi film che hanno riempito la mia infanzia di avventure incredibili. Perchè questo film è un inno al cinema “per famiglie” degli anni ’80, a quei film che poi per anni hanno passato in televisione facendoci compagnia ogni Natale o al sabato sera, quando la prima serata era davvero tale, e per noi bambini era una festa rimanere alzati per vedere la fine, tanto il giorno dopo non c’era scuola.

Durante la proiezione ogni tanto saltavo su, perchè venivo colpita da una scena che immediatamente mi riportava a qualche altro film, come ET, I Goonies o La Storia Infinita, ma anche a qualcosa di più recente, come la presenza del numero 47, ovvio riferimento al telefilm Alias (oltretutto dopo il film siamo andati a mangiarci un panino e indovinate il numero del nostro tavolo? 47!!) e mi sono goduta in pieno ogni momento, ogni personaggio (Joe, il protagonista, mi ricordava tantissimo Elliot di ET, Cary, il biondino piromane, è forse il più simpatico e Allie, interpretata da Elle Fanning che è davvero di una bravura impressionante) e ogni citazione. E’ stata proprio una bellissima sopresa, perchè non immaginavo minimamente che avrebbe avuto un impatto così forte su di me; sicuramente appena uscirà il dvd (o meglio ancora in blue ray) sarò lì ad attenderlo per unirlo alla mia collezione (che diventa sempre più folta) di film anni ’80.

Rispondi