Sfida delle catene associative 2012

Sito ospite: aNobiiFoglio Excel

REGOLAMENTO

1) La sfida in se è molto semplice, ovvero consiste nel creare catene di libri che abbiano un elemento comune o nel titolo o nel nome dell’autore o, perché no, in entrambi. L’elemento in comune deve essere la stessa identica parola contenuta nel libro precedente. Non valgono quindi plurali, cambi di genere, sinonimi, la stessa parola ma in lingua differente, e non valgono anche gli agganci per articoli, preposizioni e congiunzioni. Non ci si può neanche agganciare con lo stesso identico libro del precedente.

2) Ogni persona si può agganciare con un solo libro per volta che può essere già in lettura, appena finito o essere una lettura futura, tutto dipende dalla propria strategia, ed è concesso un unico aggancio bonus (bisogna annunciarlo come tale) ovvero un titolo letto nell’anno in corso, ma che precedentemente non è stato agganciato da nessuna parte.

3) Si possono aprire fino a 10 catene contemporaneamente ed ogni catena conterrà 10 agganci dopo di chè verrà chiusa. Colui o colei che si aggancia con il 10° titolo dovrà segnare la data di quel giorno perché ad un mese da tale data la catena verrà chiusa da ufficio qual’ora le persone che non hanno ancora terminato i precedenti libri non si siano fatti più vivi e quindi tutti i non finiti saranno considerati abbandonati. Si tratta di una sfida a punti per cui per ogni libro agganciato e letto si guadagna 1 punto, per ogni libro agganciato e abbandonato si guadagnano 0 punti. Si ottengono punti extra nel momento in cui la catena viene chiusa, ovvero a tutti coloro che hanno formato la catena verranno accreditati 10 punti bonus.
Siccome la stessa persona si può agganciare più volte ad una stessa catena prenderà i punti extra per ogni libro agganciato (ad esempio se si aggancia con due titoli i punti extra saranno 20).

4) Chi chiude la catena? L’anno scorso per non creare disguidi Ghiretto non ha partecipato ed ha chiuso lei tutte le catene. Siccome io, invece, vorrei giocare con voi ho pensato questo:
-Se la catena è pulita, ovvero non ci sono persone che latitano dagli aggiornamenti, l’ultimo che dichiara di aver terminato il libro chiude la catena. Non potrà però aprirne subito una nuova (altrimenti è troppo facile).
-Se la catena è problematica, ci sono persone che non si fanno proprio vive, chiuderò io la catena d’ufficio dopo un mese ed ovviamente non ne aprirò una per non avere dei vantaggi.

Esempio
A legge:
“Racconto d’inverno” di Leonardo Bonetti (A)
B si aggancia con:
“Magia d’inverno” di Tove Jansson (B) FINITO
B si aggancia con:
“La nave della magia” di Robin Hobb (B)
C si aggancia con:
“La cavia” di Robin Cook (C)
e così via.

LIBRI AGGANCIATI
1. La meccanica del cuore, di Mathias Malzieu

3 Risposte a “Sfida delle catene associative 2012”

  1. Partecipo anche io…e chissà che quest'anno riesca a inserirmi più spesso..l'anno scorso pareva che i miei libri non si collegassero mai a nulla!!

  2. Anche per me era lo stesso, infatti verso metà anno avevo mollato e non avevo più guardato se si attaccavano o no. Ma secondo me chi attacca molto in questa sfida è perché sceglie i libri da leggere in base all'aggancio, mentre io questa sfida la prendo più “passivamente”.

  3. Anche io passivamente…nel senso che tra tutte le sfide che ho non mi sto a preoccupare delle letture da agganciare…se resco bene, altrimenti…avrò letto cmq bei libri! ^^

Rispondi