I dolori della giovane libraia di Laura Mango

Oggi finalmente riesco a parlarvi di un libro particolare perché scritto da una persona che seguo fedelmente ormai da parecchi anni e il cui blog è assolutamente in cima non solo alle mie preferenze, ma anche alle mie fonti di ispirazione come blogger. Sto parlando del blog I dolori della giovane libraia, che se per caso ancora non conoscete vi consiglio di andare a visitare immediatamente!
33135452

Inizialmente questo libro avrebbe voluto essere una segnalazione da inserire nella mia derelitta rubrica delle novità editoriali (si, ce l’ho pure io! E’ quella con tre post in croce e che non aggiorno mai). Poi come sempre, visto che sono gravemente allergica ai post-segnalazione e che in ogni caso mi sarebbe piaciuto leggerlo, ho preferito aspettare il momento propizio per parlarvene meglio e quindi eccomi qua!

Le vignette racchiuse nel libro sono una selezione di alcune tra le più divertenti pubblicate sul blog di Laura e nonostante io difficilmente mi perda i suoi post della domenica, alcune non le avevo mai lette, mentre altre è stato davvero un piacere ritrovarle: ad esempio, vogliamo parlare della stupenda versione fumettistica dei capolavori del trash letterario “Tre metri sopra il cielo” oppure delle Cinquanta Sfumature (che io naturalmente ho letto solo in questa versione e sono sicura di averci guadagnato)? Ma non vi preoccupate perché anche se siete fan delle suddette opere potrete farvi comunque due risate perché il bello dei fumetti – e più in generale del blog – di Laura è la totale assenza di supponenza o di snobismo: con lei si ride, si riflette, si scoprono libri interessanti ma senza mai sentirsi giudicati personalmente e questa è qualcosa di raro in un periodo in cui il cinismo è ormai diventato lo strumento acchiappa visualizzazioni per eccellenza.

Lo stesso discorso vale anche per tutte le vignette che raccontano in modo ironico e divertente le sue (dis)avventure di libraia (che rappresentano il soggetto della maggior parte dei fumetti) la quale – come tutte le persone che lavorano a contatto con il pubblico – si trova spesso in situazioni al limite del surreale: richieste impossibili, nomi storpiati, pretese senza senso… il tutto raccontato in un modo tale che non potrà che farvi ridere.

Non vi spoilero nulla: se volete farvi due risate o fare un regalo azzeccatissimo ad un amico lettore (che potrà immedesimarsi e condividere i dolori della povera libraia) questo libro è perfetto. Inoltre andate subito a seguire il blog di Laura che è stata così carina da mandarci un salutino! 😉

16230003_1341973949202588_1810614774_o.jpg

2 Risposte a “I dolori della giovane libraia di Laura Mango”

  1. Bella recensione =D
    Dovrei proprio far entrare questo libro nella mia collezione, sono sicura che sarebbe uno spasso sfogliarlo e leggerlo 😉
    Felice lunedì, Simo!

  2. Anch’io la seguo da tempo e con tanto affetto! 🙂

Rispondi