Battleship

Titolo originale: Battleship
Regista: Peter Berg
Anno: 2012
Paese: USA
Genere: Fantascienza
Cast: Taylor Kitsch (Alex Hopper), Alexander Skarsgård (Stone Hopper), Tadanobu Asano (Nagata), Rihanna (Raikes), Hamish Linklater (Cal), Brooklyn Decker (Sam), Liam Neeson (Ammiraglio Shane)

Visto il: 31 aprile 2012
Valutazione:★★★

Trama
Un manipolo di eroi terrestri è costretto a ingaggiare una lotta all’ultimo sangue contro una forza aliena attraverso mari, cieli e terra di tutto il pianeta. Gli invasori, una razza chiamata Regents, sono intenzionati a sfruttare una fonte energetica presente nelle profondità dell’oceano. La posta in palio è la sopravvivenza.

Commento
Ultimamente mi sto perdendo tutti i film che mi interessano al cinema; almeno questo, per fortuna, sono riuscita a vederlo (chissà come mai quelli che riesco a vedere sono sempre quelli che interessano anche al mio ragazzo… i misteri della vita…). Inizio subito col dire cosa mi ha deluso: la piccola parte recitata dal mio adorato Liam Neeson. Io speravo di rivedermelo ancora tosto e spietato come piace a me e invece fa ben poco: non combatte mai, e interviene solo in alcune scene per fare la ramanzina al protagonista o per consegnare medaglie. Peccato, spero che con il prossimo Batman torni più smagliante.

Il protagonista del film è Alex, un ragazzo piuttosto sbandato e perdigiorno che vive con il fratello Stone, appartenente alla marina degli Stati Uniti (non mi ricordo che grado, comunque piuttosto alto). Dopo l’ennesimo colpo di testa di Alex, il fratello lo arruola nei marines sotto il suo comando; nonostante l’impegno di soldato, il ragazzo rimane sempre una testa calda, tanto da essere visto in modo estremamente negativo dall’ammiraglio Shane, padre della sua fidanzata. Durante una esercitazione di massa ecco che arrivano gli alieni, chiamati proprio da noi bravi scemi che ci divertiamo a mandare segnali nello spazio per poi farcela addosso quando ci rendiamo conto che qualcuno li ha ricevuti ed è proprio nella battaglia contro gli extraterrestri che Alex dimostra tutto il suo coraggio. Gli effetti speciali sono, ovviamente, la parte più spettacolare del film, che nella prima parte mi ha fatto temere il solito flop: i dialoghi, infatti, non sono il massimo per tutto il film, ma nei primi venti minuti sono conditi da una serie di scene assolutamente inutili, mentre mi sarebbe piaciuto di più se fossero stati un po’ più movimentati.

I personaggi: a parte l’inutile (purtroppo) presenza di Liam Neeson, gli altri non mi sono dispiaciuti e anche Rihanna, nonostante non abbia recitato chissà quale parte impegnativa, non mi è sembrata fuori luogo, né particolarmente imbranata. Bisogna anche tener conto che da noi gli attori vengono aiutati da ottimi doppiatori che spesso rendono buona una recitazione disgustosa, quindi per dare un giudizio reale bisognerebbe rivedere il film in lingua originale.

Rispondi