Alias – St.05

Titolo originale: Alias
Ideatore: J.J. Abrams

Personaggi principali: Jennifer Garner (Sydney Bristow), Ron Rifkin (Arvin Sloane), Michael Vartan (Michael Vaughn), Mìa Maestro (Nadia Santos), Carl Lumbly (Marcus Dixon), Kevin Weisman (Marshall Flinkman), Victor Garber (Jack Bristow), Greg Grunberg (Eric Weiss), Lena Olin (Irina Derevko), Élodie Bouchez (Renée Rienne), Rachel Nichols (Rachel Gibson), Balthazar Getty (Thomas Grace), Amy Acker (Kelly Payton).

Trasmesso in Italia: 2005
Valutazione: ★★★★★

E anche Alias è finito. Mi dispiace moltissimo ma mi rendo anche conto che andare troppo avanti con una serie tv rischia di provocare delle forzature, soprattutto se si tratta di una in cui accadono molte cose, come Alias, e si finisce per perdere l’entusiasmo.

Quest’ultima serie è stata bella quanto la prima, e mi ha entrusiasmata, sia perchè vengono introdotti nuovi personaggi davvero efficaci, sia perchè tornano praticamente tutti quelli che non erano veramente morti nelle stagioni precedenti (e con Alias non si può mai essere sicuri fino alla fine), sia tra le file dei buoni, sia tra quelle dei cattivi (torna anche Will in una puntata!! Sono stata felicissima di vederlo perchè ci stavo proprio ripensando). I nuovi colleghi, Rachel soprattutto, sono delle ottime spalle e il mistero di Vaughn, che si risolve solo nelle ultime puntate, è intrigantissimo.

In questa stagione ci sono molte sorprese (anche se io purtroppo me le sono in parte rovinate perchè quattro o cinque anni fa, in estate, ho visto le ultime 5 o 6 puntate, non conoscendo il telefilm e non sapendo che così facendo mi sarei rovinata il finale di una delle mie serie preferite) e anche molte morti, tra cui alcune importanti e dolorose (una in paricolare). Purtroppo, come mi pare ormai di aver capito piaccia molto ad Abrams, alcune domande rimangono senza risposta e il finale viene lasciato aperto: le vicende che legavano Rambaldi a Sydney sono risolte, ma non si sa che cosa farà lei della sua vita. Quello che io so per certo è che questa serie è talmente bella che sarà una di quelle che tra qualche anno riguarderò volentieri.

Rispondi