Alias – St.04

Titolo originale: Alias
Ideatore: J.J. Abrams

Personaggi principali: Jennifer Garner (Sydney Bristow), Ron Rifkin (Arvin Sloane), Michael Vartan (Michael Vaughn), Mìa Maestro (Nadia Santos), Carl Lumbly (Marcus Dixon), Kevin Weisman (Marshall Flinkman), Victor Garber (Jack Bristow), Greg Grunberg (Eric Weiss), Lena Olin (Irina Derevko).

Trasmesso in Italia: 2005
Valutazione: ★★★★★

Di questa stagione faccio il resoconto adesso, ma in realtà quasi la prima metà l’ho vista l’anno scorso e mi ricordavo solo a grandi linee quello che era accaduto.

Il nuovo personaggio introdotto nella stagione è Nadia, sorella “perduta” di Sidney e figlia di Sloane e Irina Derevko (eh, si, povero Jack, pure questa bella notizia si doveva sopportare). A dire la verità non mi ha entusiasmata particolarmente e nonostante fosse presente in quasi tutte le puntate, mi è sembrata abbastanza invisibile: forse non ho compreso al cento per cento il suo ruolo, o forse è stata effettivamente inserita solo perchè serviva una novità, esattamente come era successo con Lauren nella stagione precedente, ma non l’ho amata molto. La sua comparsa, comunque, porta molte novità: per Sydney avere una sorella è fonte di una grande felicità, e per Sloane diventa il motivo della sua conversione e del suo apparente disinteresse per Rambaldi.

Per il resto la stagione è davvero frenetica e piena di colpi di scena: la comparsa sulla scena della terza sorella Derevko, Elena, provoca una serie infinita di eventi che portano alla finale realizzazione di un altro dei progetti di Rambaldi, volto alla distruzione e al controllo degli esseri umani. Sydney, Jack, Vaughn, Nadia, Sloane e Irina (si, è ancora viva) hanno il compito di impedire questa catastrofe. La stagione si conclude, dopo la morte di Elena, con un’altra rivelazione assolutamente inaspettata che mi ha obbligata a togliere subito il disco dal lettore dvd per inserire quello dell’ultima serie: dovevo sapere!!

Rispondi